Storie di Nomi

Nel territorio di Follo troviamo alcuni toponimi preromanici: la terminazione tipicamente ligure -asco si riscontra nel nome Durasca, dove anche la radice Dur- è un elemento ligure costituente di numerosi idronimi: il suffisso -elia entra invece nel toponimo Graveglia. Di origine medievale è il nome Follo, riconducibile a follare (lat. fullare = pigiare – l’uva – i panni) oppure a folo = riserva di caccia, che compare in documenti relativi ai possessi del Vescovo di Luni. Alcuni toponimi derivano dalla situazione orografica (Monte di Follo, Monte Castello) o dalle piante prevalenti (Sorbolo). Altre località prendono nome da una particolare collocazione topografica (Oltre Vara), oppure da uno spartiacque con funzione di confine amministrativo (Monte Termi Dritti, a Follo) Non mancano i toponimi con radice Car- = monte, altura (Carnea) o con radice Bor-, Var- = acqua (rio Borrascano, torrente Gorda, Vara)

I commenti sono disabilitati, ma trackbacks e pingbacks sono abilitati.