Gli Animali

  • I Pesci
    Per quanto riguarda le specie autoctone segnaliamo la rarefazione dello Spinarello e dell’ Anguilla. La Trota fario viene immessa in continuazione. Presenti nelle limpide acque del Vara e dei torrenti immissari, le Carpe, i Cavedani , i Vaironi, le Rovelle, le Tinche, i Ghiozzi padani, i Barbi plebejus, i Barbi canini, l’Alosa (o Cheppia) e alcune rare Lamprede di fiume.

    Ricordiamo che in Val di Vara sul torrente Gòttero, a Chiusola, è operativo l’Impianto Ittiogenico della Val di Vara, unico in Liguria, con incubatore per la riproduzione artificiale delle trote, essenziale per il ripopolamento del Vara e la sopravvivenza di specie come la Trota Fario autoctona.

  • Gli Anfibi
    Le pozze temporanee e le acque stagnanti delle anse più appartate sono frequentate dalla Rana verde minore, dal Rospo comune, dalla Raganella, dal Rospo smeraldino, il Tritone punteggiato, il Tritone alpino. E’ segnalata inoltre la presenza della Salamandra pezzata.
  • I Rettili
    Il greto ciottoloso ed assolato, le lande aperte con bassi cespugli, le siepi, i freschi e folti boschetti ripariali, le tranquille lanche e gli acquitrini ricchi di larve di anfibi rappresentano ambienti favorevoli a molte specie di rettili. Troviamo così il Ramarro, la Lucertola muraiola, rarissima in Liguria, il Biacco, il Saettone, la Biscia dal collare e la Natrice tassellata. Presente anche la Vipera comune.
  • I Mammiferi
    Ancora presente è il Topo-ragno d’ acqua. Oggi l’alveo fluviale è frequentato soprattutto dalla volpe che qui trova abbondanza e varietà di cibo. Presente il Castorino (o Nutria), originario del Sud America, che scava tane a camera interna vicino all’acqua.

    Le boscaglie sono abitate da Cinghiali e Lepri. Presenti inoltre le Faine, le Donnole, i Tassi, insettivori quali il Riccio e la Talpa, roditori come lo Scoiattolo, il Topo quercino ed il Ghiro.

  • Gli Uccelli
    Numerose le specie stanziali o stagionali, e di passo. Troviamo d’ inverno i Pendolini, i Martin pescatori, le Gallinelle d’ acqua, i Porciglioni, gli Storni, in folti gruppi sul fiume e sui greti, le Cornacchie grigie con i Gabbiani, le Ballerine gialle, il Merlo acquaiolo. Negli inverni più rigidi compaiono Morette,Beccacce, Moriglioni, Fischioni, Alzavole, Germani reali, Oche. Tipica è la permanenza di Pettirossi, Luì piccoli ed altri passeriformi. Nei canneti e sui greti fluviali troviamo l’ Usignolo di fiume, la Garzetta e una vasta popolazione di Aironi cenerini. In estate il territorio rappresenta un’ importante via migratoria per gli uccelli legati agli ambienti acquatici. Numerosi rapaci notturni come l’Allocco, la Civetta, l’Assiolo e il Barbagianni.

I commenti sono disabilitati, ma trackbacks e pingbacks sono abilitati.