SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

Cosa devi fare per ottenere SPID

Prima di attivare SPID ricordati che devi essere maggiorenne.

Risiedi in Italia?
Per richiedere SPID ti serviranno:

  • un indirizzo e-mail personale (non usare indirizzi di lavoro o altre e-mail a cui un giorno potresti non avere più accesso);
  • il numero di telefono del cellulare che usi normalmente (anche se non sei tu l’intestatario del contratto);
  • un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente);
  • la tua tessera sanitaria con il codice fiscale (oppure il certificato di attribuzione).

Risiedi all’estero?
Se risiedi all’estero o sei un cittadino italiano residente all’estero (iscritto all’AIRE), per richiedere SPID ti serviranno:

  • un indirizzo e-mail personale (non usare indirizzi di lavoro o altre e-mail a cui un giorno potresti non avere più accesso);
  • il numero di telefono cellulare italiano o estero che usi normalmente (anche se non sei tu l’intestatario del contratto);
  • un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente);
  • il tuo tesserino del codice fiscale (oppure il certificato di attribuzione).

Sei un cittadino straniero in Italia?
Se sei un cittadino straniero con permesso di soggiorno e residente in Italia, per richiedere SPID ti serviranno:

  • un indirizzo e-mail personale (non usare indirizzi di lavoro o altre e-mail a cui un giorno potresti non avere più accesso);
  • il numero di telefono cellulare italiano o estero che usi normalmente (anche se non sei tu l’intestatario del contratto);
  • un documento di identità italiano valido, ad esempio la carta di identità;
  • la tua tessera sanitaria con il codice fiscale o il tesserino del codice discale (oppure i rispettivi certificati di attribuzione).

Non è possibile richiedere SPID usando il permesso di soggiorno, ma con questo potrai ottenere la carta d’identità che ti servirà per richiedere SPID.
Attenzione: a supporto del processo di verifica dell’identità, l’esibizione dei documenti e delle tessere è uno degli elementi che concorre a contrastare il furto di identità. Durante la registrazione può essere necessario fotografarli e allegarli al form che dovrai compilare.

Scegli tra i gestori di identità abilitati (identity provider) e registrati sul loro sito.
La registrazione consiste in tre passaggi:

  1. inserisci i tuoi dati anagrafici;
  2. crea le tue credenziali SPID;
  3. effettua il riconoscimento scegliendo tra le modalità offerte dal gestore.

I tempi di rilascio dell’identità digitale dipendono dai singoli Identity Provider.

SCEGLIERE TRA I DIVERSI IDENTITY PROVIDER
Gli Identity Provider forniscono diverse modalità di registrazione gratuitamente o a pagamento e i rispettivi SPID hanno diversi livelli di sicurezza.

In particolare è consigliabile prestare attenzione ai seguenti parametri:

  • scegliere la modalità di riconoscimento che risulta più comoda (di persona, tramite Carta d’Identità Elettronica (CIE)*, Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Firma Digitale o tramite webcam);
  • scegliere sulla base del livello di sicurezza di SPID che serve;
  • se si è già cliente di uno degli Identity Provider, potrebbe esserci un flusso di registrazione semplificato;
  • i cittadini italiani residenti all’estero devono prestare attenzione ai provider che offrono il servizio per l’estero.

* Sono accettate solo le Carte d’Identità Elettroniche 3.0, ovvero quelle che non hanno la banda ottica sul retro della tessera in plastica.

Elenco dei gestori di identità abilitati (identity provider) a cui rivolgersi per ottenere SPID:

Allegati